Gruppo di ricerca logonica

Vai ai contenuti

Menu principale:

 


Gruppo Operazionista di Ricerca Logonica (G.O.R.L.)


Il Gruppo Operazionista di Ricerca Logonica, costituitosi a Rimini, intende contribuire alla valorizzazione e divulgazione dell’Operazionismo, riprendendo il pensiero dei suoi fondatori: Silvio Ceccato, Giuseppe Vaccarino, Vittorio Somenzi, Ernst von Glasersfeld.                                                           

Il Gruppo si propone anzitutto di sviluppare gli aspetti più innovativi e radicali del pensiero operazionista, nel superamento delle concezioni filosofiche tradizionali, attraverso la consapevolezza dell’operare mentale, riconducibile al dinamismo mnemonico- attenzionale.
                                              
Per l’aspetto teorico-metodologico, il Gruppo si avvale principalmente del contributo che la Società di Cultura Metodologico- Operativa (S.C.M.O.) presieduta da Felice Accame ha dato sin dal 1987 attraverso prestigiose pubblicazioni e tramite i Working Papers (W.P.), come si può riscontrare visitando il sito www.methodologia.it.
                     
E’ possibile riferirsi a tale sito anche per scaricare gratuitamente i documenti e i testi che offrono il contributo alla ricerca da parte di numerosi e qualificati studiosi provenienti da vari ambiti ed esperienze disciplinari.
                                   
Con l’intento di realizzare un Centro di ricerca e sperimentazione principalmente indirizzato alla didattica nelle sue valenze interdisciplinari, Il Gruppo è aperto alla più ampia partecipazione e collaborazione sulle tematiche operazioniste, nella prospettiva di un continuo e progressivo aggiornamento.  
                                           
Il riferimento storico, esclusivamente per quanto riguarda lo specifico ambito metodologico-didattico, è rintracciabile anzitutto nella sperimentazione condotta da Pino Parini in collaborazione con Silvio Ceccato al Centro di Cibernetica e Attività Linguistiche dell’Università di Milano quando, negli anni ‘60, fu avviato il progetto della “macchina che osserva e descrive”. Il “visore”, che nel modello doveva simulare la percezione visiva, offrì allora l’occasione alla TV svizzera di girare, nello studio di Lucio Fontana, particolarmente interessato a quella ricerca, il documentario “ La fabbrica della mente”, come risulta da un articolo di Gianni Roghi pubblicato nel 1964 sul n.30 de l’ “ Europeo”, dal titolo “Sotto il segno della mente” e ripubblicato nel dicembre 2007.” Si venne così a stabilire una stimolante collaborazione fra il Centro di Cibernetica ed il “Gruppo V”, di cui Pino Parini fu l’animatore.

Da questi studi, oltre che dalla collaborazione stabilitasi sin dagli anni ’70 con Maurizio Calvesi per i programmi di Educazione Artistica, si è avviata la sperimentazione sulla propedeutica alla fruizione estetica, con particolare riferimento ai programmi per le Accademie di Belle Arti.
In tale ambito, con l’apporto della prof.ssa Franca Fabbri, si è apprestato l’attuale progetto di integrazione della Storia dell’Arte con la Teoria della Percezione, sul quale il Gruppo intende sviluppare l’analisi del rapporto di interdipendenza osservazione- linguaggio.                                                                           
Su tali presupposti teorici e metodologici l’attività del sito inizierà con la proposta di un Glossario terminologico e di saggi propedeutici all’analisi operativa, intendendo in tal modo favorire, attraverso il sito, l’informazione e la documentazione e promuovere, attraverso il blog, la discussione e la partecipazione.
Appare quindi opportuno segnalare le seguenti pubblicazioni di preminente valenza metodologico-didattica e propedeutiche alla sperimentazione.
                         
Bibliografia propedeutica alla consapevolezza operativa                                       

Il Gruppo Operazionista di Ricerca Logonica si avvale attualmente del contributo culturale di Pino Parini e di Franca Fabbri per quanto riguarda la propedeutica alla fruizione estetica, di Raffaella Vaccari quale ricercatrice e curatrice del sito e di Giuseppe Martinini in qualità di ricercatore e coordinatore del Gruppo; resta comunque aperto all’adesione e alla collaborazione di chiunque sia interessato alla ricerca e alla sperimentazione nell’ambito teoretico, metodologico e didattico.





                        


 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu