atteggiamento denotativo- estetico - Gruppo di ricerca logonica

Vai ai contenuti

Menu principale:

atteggiamento denotativo- estetico

glossario
 
Atteggiamento denotativo e atteggiamento estetico

Nell'accezione operativa il termine "descrittivo" (denotativo) si riferisce a caratteristiche impropriamente considerate come intrinseche proprietà dell'oggetto osservato, piuttosto che il risultato di operazioni mentali svolte dal soggetto. Chi descrive (denota) le cose compie comunque inevitabilmente le operazioni mentali costitutive delle cose stesse ma, non sapendo di compierle, assume il risultato di tali operazioni come una caratteristica propria delle cose descritte (ontologismo).
Nella concezione operativa l'atteggiamento estetico è caratterizzato anzitutto da una articolazione operata sull'oggetto: qualunque oggetto, osservato nel semplice atteggiamento dell'osservazione comune, viene assunto unitariamente ed uniformemente; se osservato invece in atteggiamento estetico, lo stesso oggetto viene articolato e frammentato secondo un ritmo. Inoltre l'atteggiamento estetico colloca il suo oggetto inquadrandolo in una "cornice", costituendo così un inizio e una fine che ovviamente non sono quelli dell'oggetto ma che lo trascendono (campo attenzionale). Osservando le cose in atteggiamento estetico ogni nuovo frammento ritmico viene anche messo in rapporto di compresenza con quanto lo ha preceduto e con quanto lo seguirà nell'osservazione (aspetto diacronico).




Ad esempio osservando il mosaico di Sant'Apollinare Nuovo in atteggiamento descrittivo le figure vengono osservate isolatamente, soprattutto come portatrici di oggetti sacri ponendo l'attenzione sulla fissità dello sguardo, sulla preziosità degli abiti ecc.. mentre osservando la stessa opera in atteggiamento estetico l'attenzione, operando una frammentazione ritmica sulle figure, costituirà una composizione dove potranno eventualmente individuarsi simmetrie, corrispondenze, analogie o diversità, compresenza figura/sfondo ecc.. Inoltre nell'atteggiamento estetico il fruitore si costituisce soggetto di sensazioni empatiche, delineando il campo attenzionale come premessa all'inquadramento. (vedi campo attenzionale e inquadramento)
La modalità dell’osservazione comune è l’individuazione isolata.
La modalità dell’osservazione in atteggiamento estetico è la compresenza. 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu