costitutivo e consecutivo - Gruppo di ricerca logonica

Vai ai contenuti

Menu principale:

costitutivo e consecutivo

glossario
 
Consecutivo e costitutivo

L’attività mentale costitutiva presuppone in ogni caso un soggetto a cui vanno riferiti i risultati dell’operare.
L’attività mentale costitutiva è quella che appunto costituisce i vari costrutti mentali come i presenziati, i percepiti, i rappresentati, le categorie mentali in genere mediante momenti attenzionali tenuti assieme dalla memoria.
L’attività mentale consecutiva, prescinde dal soggetto, focalizzandosi esclusivamente sui risultati dell’operare categorizzati come oggetto.
L’attività mentale consecutiva è quella che pone rapporti successivi e alla costituzione dei singoli percepiti comportando così l’autonomia dei fenomeni osservati dall’osservatore.
La relazione consecutiva pone l’indipendenza o autonomia mondo fisico in quanto i rapporti in cui i singoli osservati sono stati posti non richiedono più che si continui ad osservarli.
Esempio: nell’osservazione di una piazza con una fontana, l’attività mentale costitutiva consiste nell’aver presente la fontana singolarmente e successivamente altri elementi quali il lampione, la panchina, gli alberi ecc.. sempre presi singolarmente. Se vengono posti rapporti spaziali fra questi elementi si ha l’attività consecutiva risultandone la fisicità.
È questo il caso in cui viene posto il rapporto fra due percezioni ma l’attività consecutiva consegue anche al rapporto posto fra due rappresentazioni.
Es.: rappresentandosi due città e avendone presente la distanza si ottiene una relazione consecutiva e quindi fisica perché misurabile.
L’arte tradizionale si può configurare come consecutiva perché per la sua comprensione non è necessario che l’autore la giustifichi continuamente mentre nell’arte contemporanea si può configurare come costitutiva in quanto la sua comprensione richiede una continua ed esauriente giustificazione da parte dell’autore.

          

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu